Mercatino dell'Usato, fare soldi svuotando la soffitta

Mercatino dell'Usato, fare soldi svuotando la soffitta - www.forzagubbio.it

“Se hai una soffitta o una cantina da svuotare, prima di buttare qualcosa chiamaci”. E' questo lo slogan del "Mercatino dell'Usato" (tel. 328.20.24.669, 075.927.28.23), che ha aperto i battenti a Gubbio da appena due settimane. E siccome in tempo di crisi “non si butta via niente” ecco spiegato il grande successo che sta riscuotendo. Si trova in via della Piaggiola, in una zona facilmente raggiungibile e con un ampio parcheggio dove si può arrivare con l’auto e dove non ci sono difficoltà per caricare o scaricare tutto quello che si è trovato dentro casa, ormai quasi dimenticato, e che invece improvvisamente diventa un bene con il quale incassare dei soldi.

Lo gestiscono Vittorio e Gabriela. Lui ex arbitro di calcio (ha diretto partite di calcio fino all’Eccellenza umbra), lei rumena. Marito e moglie hanno aperto il Mercatino e in pochi giorni hanno dato il via a un business interessante e importante. “Anche perché - dicono - abbiamo salvato alcuni pezzi bellissimi che sarebbero stati mandati in discarica, come per esempio una specchiera che il proprietario voleva gettare nei cassonetti, e che oggi vale circa 1200 euro”. Il sistema che regola la compravendita è semplice: si porta l’oggetto usato da vendere, viene valutato e viene messo in conto vendita per 60 giorni. Dopo quel periodo se non è stato acquistato viene abbassato di prezzo in misura del 20 per cento. Quando viene venduto il proprietario incassa il dovuto, meno la percentuale stabilita che resta al mercatino.

Pellicce, elettrodomestici, vecchi impianti hi fi, televisori, abiti, mobili, divani, un bellissimo flipper sono solo alcuni tra gli oggetti che si possono acquistare. “Abbiamo venduto addirittura scarpe usate, messe magari una sola volta” dicono Vittorio e  Gabriela. E anche questo è un segno forte delle crisi che non accenna a mollare e che deve fa riflettere.

Il Gubbio in rimonta batte un coriaceo Savona (3-2)

Il Gubbio in rimonta batte un coriaceo Savona (3-2) - www.forzagubbio.it

Notari: "Oltre alla punta ci vuole

anche un forte centrale di difesa"

 

GUBBIO 3

SAVONA 2

 

MARCATORI Regolanti (G) al 38’, Demartis (S) al 42’ e al 45’ p.t.; Lasicki (G) al 28’, Cais (G) al 35’ s.t.

 

 

GUBBIO (4-3-3) Iannarilli 6,5; Luciani 6, Rosato 6, Lasicki 6, D'Anna 6; Domini 7, Loviso 6 (dal 18' s.t. Guerri 6,5), Casiraghi 6,5; Mancosu 6 (dal 13' s.t. Luparini 6), Regolanti 6,5 (dal 26' s.t. Cais 6,5), Vettraino 6. (Citti, Manganelli, Caldore, Esposito).

All. Acori 7.


SAVONA (4-3-3) Pennesi 6; Marchetti 6, Cabeccia 6, Marconi 5,5, Speranza 6; Quintavalla 6, Cerone 6, Casarini 5,5 (dal 40' p.t. Spadafora 6); De Feo 5,5 (dal 29’ s.t. Giorgione s.v.), Scappini 5,5, Demartis 6,5 (dal 18' s.t. Carta 6). (Addario, Galimberti, Bramati, Colombi). All. Di Napoli 5.


ARBITRO Dei Giudici di Latina 6.

NOTE paganti 344, abbonati 721, incasso di 7.126 euro. (S). Espulso Spadafora al 48’ s.t.; ammoniti Loviso, D'Anna, Lasicki, Marconi, Demartis e Spadafora. Angoli 4-6.

Prima vittoria e primi sorrisi per il neo presidente Sauro Notari (nella foro, assumerà la carica tra pochi giorni e ha detto che tornerà sul mercato per un attaccante e forse un centrale di difesa). La squadra umbra era rientrata negli spogliatoi in svantaggio (1-2) accompagnata da qualche fischio che Acori non ha gradito. Alla fine però è uscita tra gli applausi. La vittoria, sofferta, regala un po’ di serenità e con l’arrivo di Simone Guerri il centrocampo sembra avere una solidità diversa. Di Regolanti la rete del vantaggio umbro, poi doppietta del ligure Demartis che gela il “Barbetti”. Nella ripresa gol in rimonta di Lasicki e Cais per il 3-2 scoppiettante sul piano del risultato ma non tanto su quello del gioco.

Euro Grilli

 

 

 

www.forzagubbio.it

Quinta giornata (parziale)